Villaggio turistico vicino San Giovanni Rotondo

Monte Sant’Angelo

Il Gargano è una terra dotata di un particolare fascino, non solo per la splendida natura e il mare cristallino, ma anche perché ospita luoghi mistici di grande valore.

Ne è un esempio Monte Sant’Angelo, celebre per il Santuario di San Michele Arcangelo, meta da secoli  dei pellegrinaggi dei fedeli cristiani.

Secondo la tradizione, un ricco pastore aveva smarrito un toro e lo ritrovò, dopo alcuni giorni all’interno di  una grotta. Decise di abbatterlo e scoccò un freccia per uccidere l’animale, ma inspiegabilmente la freccia tornò indietro ferendolo. L’uomo, sconvolto, si confidò con il vescovo del luogo, che ordinò a tutti tre giorni di penitenza. Al terzo giorno l’Arcangelo Michele apparve al vescovo e dichiarò la grotta luogo sacro, dal quale avrebbe protetto gli abitanti del posto.

Il Santuario ha origine dalla prima apparizione dell’Arcangelo Michele e nei secoli, sotto varie dominazioni, subisce continui cambiamenti, per raggiungere l’aspetto attuale e diventare meta di un flusso incredibile di pellegrini cristiani.

Nel XVII secolo diventa il centro più importante nel Gargano. La struttura del Santuario è costituita da un livello superiore, che comprende la facciata ed il campanile, ed un livello inferiore al quale si accede tramite l’ampia e lunga scalinata di 89 gradini che conduce alla grotta, al museo devozionale e alle cripte.

Monte Sant’Angelo desta grande interesse anche per altri luoghi mistici e monumenti da ammirare, distribuiti sul tessuto urbano: il Complesso di San Pietro, formato dal Battistero di San Giovanni e dalla chiesa di Santa Maria Maggiore, secondo polo legato al culto e alla devozione nella cittadina garganica; il Castello di Monte Sant’Angelo, imponente struttura che conserva ancora oggi il Torrione a carena e la Sala del Tesoro, probabilmente dedicata a feste e convivi nei tempi antichi.

Di grande interesse è anche il Museo delle Arti e delle Tradizioni popolari, situato nell’ex convento di San Francesco, che conserva costumi, arazzi, arredi, attrezzi ed oggetti di artigianato e oreficeria, testimonianze della vita delle genti del Gargano.

Info:  www.santuariosanmichele.it  - www.montesantangelo.com

San Giovanni Rotondo

Altro luogo mistico di fama mondiale nel Gargano è il Santuario di San Giovanni Rotondo.

Il convento, fondato nel 1540, ha ospitato e continua ad ospitare i frati dell’ordine dei cappuccini e conserva attualmente le spoglie di San Pio da Pietralcina, figura intorno alla quale si è sviluppata una grande devozione da parte di tutto il mondo cristiano.

Padre Pio arriva a San Giovanni Rotondo nei primi anni del ‘900 per curare alcuni problemi di salute, e dopo qualche tempo riceve il dono delle stimmate, evento miracoloso che richiama l’attenzione di molti fedeli.

Rimase nel paese per oltre 50 anni, confortando migliaia di fedeli ed ammalati ed impegnandosi nella costruzione della Casa Sollievo della Sofferenza, oggi tra gli ospedali più rinomati nel Sud Italia.  

Nella zona del Santuario i luoghi sacri da visitare sono numerosi: la piccola Chiesa di Santa Maria delle Grazie, all’interno della quale San Pio era solito pregare ed ascoltare i suoi fedeli e nella quale ricevette le stimmate; il Santuario di Santa Maria delle Grazie, una chiesa più grande adatta ad accogliere i tanti pellegrini che arrivavano nella cittadina e che ha conservato fino al 2010 la salma del santo; la Chiesa di San Pio, un progetto imponente realizzato da Renzo Piano, vero e proprio capolavoro dell’arte contemporanea, con i 7.000 posti a sedere e un sagrato molto suggestivo, ornato da 12 fontane a velo e 21 alberi di ulivo secolare, ora sede delle spoglie del santo; la Via Crucis Monumentale è un percorso in granito e bronzo, con 16 sculture che rappresentano le 14 stazioni, il Cristo Risorto e la statua di San Pio.

Il misticismo e la devozione che si respirano intorno al Santuario di San Giovanni Rotondo sono calamita per un flusso di turisti e pellegrini enorme durante l’anno, tanto da rendere il paese uno dei luoghi sacri più visitati al mondo.

Info: www.visitsangiovannirotondo.com

La Via dei Templari

La posizione strategica della Puglia fa si che essa fosse uno dei luoghi di maggiore transito per i pellegrini che si dirigevano verso la Terra Santa e quindi uno dei luoghi maggiormente presidiati dall’Ordine dei Templari, il cui scopo era proprio quello di difendere il tragitto compiuto da pellegrini, crociati e chiunque partisse alla volta di Gerusalemme.

I principali luoghi interessati dalla presenza dei Templari nel Gargano sono sicuramente Manfredonia e Monte Sant’Angelo.

Nei dintorni di Manfredonia sorge, infatti, l’antica Abbazia di San Leonardo, luogo di accoglienza per i pellegrini che percorrevano la Via Francigena verso sud, nel quale si sostava prima di salire sulla Montagna Sacra del Gargano e raggiungere il Santuario dell’Arcangelo Michele a Monte Sant’Angelo.

La Via Francigena è chiamata così perché collega Roma a Monte Sant’Angelo e garantiva fin dall’epoca romana un collegamento tra il Mediterraneo orientale e Roma;  è quindi disseminata di luoghi di ospitalità e protezione per i viandanti e i pellegrini.

I Cavalieri Templari possedevano dimore e terreni a Monte Sant’Angelo e nelle cittadine limitrofe e hanno  lasciato tracce nell’intero Gargano, come per esempio a Lesina, dove è stata rinvenuta un’antica croce dei Templari ricavata da pietra locale, che è tutt’oggi esposta all’ingresso del paese.

Lo splendido promontorio del Gargano ha acquistato nei secoli un fascino legato non solo alla bellezza del suo mare e dell’entroterra, ma anche ai tanti luoghi storici e leggendari che lo caratterizzano.

Info: www.icavalieritemplari.it - www.garganoeventi.it

 

Richiesta di Disponibilità

Il Nostro Gruppo: